Portada » Cosa non mangiare gruppo 0 negativo?
Cosa non mangiare gruppo 0 negativo?

Cosa non mangiare gruppo 0 negativo?

Dieta gruppo sanguigno 0 negativo

È noto che il gruppo sanguigno è di importanza decisiva per una trasfusione di sangue, per cui donatore e ricevente devono essere, se non dello stesso gruppo sanguigno, almeno di gruppi sanguigni compatibili.

Fino a poco tempo fa, sembrava che il significato del gruppo sanguigno finisse qui. Tuttavia, è ormai noto che il gruppo sanguigno è coinvolto anche nell’efficacia delle nostre difese contro alcuni agenti patogeni.

Sulla base di questa teoria, il dottor D’Adamo ha sviluppato la tesi scientifica secondo cui le persone di gruppi sanguigni diversi reagiscono in modo diverso a cibi diversi, perché sono anche sostanze provenienti dall’esterno che possono costituire una minaccia per il nostro organismo.

Vale la pena notare che, sebbene questi benefici siano stati segnalati tra coloro che seguono la dieta del gruppo sanguigno, non è stato possibile stabilire una relazione diretta tra l’approccio nutrizionale per ogni particolare gruppo sanguigno e i benefici ottenuti. In altre parole, coloro che hanno seguito la dieta per il gruppo sanguigno 0, ad esempio, hanno percepito un chiaro miglioramento del peso e dello stato di salute, ma non necessariamente appartenevano al gruppo sanguigno 0.

Dieta gruppo sanguigno a positivo pdf

Questo sistema dietetico postula che la nostra salute sia influenzata in modo significativo dal nostro modello alimentare (cosa su cui non possiamo che essere d’accordo), ma che a sua volta sarà diverso in base al gruppo sanguigno di ogni persona. In altre parole, la dieta del gruppo sanguigno postula che, per ottenere i massimi benefici per la salute, compresa la perdita di peso, ogni persona dovrebbe mangiare in modo diverso in base ai diversi gruppi sanguigni di base A, B, AB e 0. Non ho intenzione di definire cosa le persone dovrebbero mangiare ed evitare a seconda del loro gruppo sanguigno, per quello ci sono già pagine che ne difendono l’utilità… Chi meglio del figlio del fondatore di questa proposta dietetica (e attuale principale promotore della stessa) può spiegarci in cosa consiste la dieta ideale per le persone con gruppo A, gruppo B, gruppo AB… e gruppo 0? Quindi, parlando di “dieta generazionale” nel senso che è il figlio a difendere le proposte originali del padre, credo sia necessario fare un po’ di storia.

Alimenti vietati in base al gruppo sanguigno

D’altra parte, è anche essenziale sapere quali alimenti evitare se si è positivi al gruppo sanguigno 0. Così come ci sono ingredienti consigliati per il vostro tipo di biologia, ce ne sono anche altri che non vengono assimilati correttamente dal vostro organismo e che, quindi, dovete evitare il più possibile. In effetti, è qui che risiede la principale differenza tra questo tipo di dieta e le altre diete per la perdita di peso. La dieta del gruppo sanguigno si basa sugli alimenti dannosi per ogni organismo, indipendentemente dal fatto che si tratti di alimenti da sempre considerati “buoni” o “cattivi”. Alimenti sconsigliati per il gruppo 0 Nel caso dei latticini, la soluzione migliore è passare alla versione vegetale. Ad esempio, il latte di soia è una buona opzione per le persone con questo gruppo sanguigno perché ha anche un alto contenuto di proteine. Come si può notare, il grano è un tipo di cereale sconsigliato alle persone con questo gruppo sanguigno. Questo non significa che siano celiaci, ma semplicemente che il loro sistema digestivo non è preparato per digerire correttamente il glutine. È quindi meglio optare per opzioni prive di glutine per godere di una migliore digestione e salute dell’apparato digerente.

Dieta del gruppo sanguigno per la perdita di peso

Tutte le persone con gruppo sanguigno 0 portano nel sangue una memoria genetica di forza, resistenza, audacia, intuizione, fiducia in se stessi e ottimismo innato. Potrebbero aver ereditato la tendenza alla leadership e al successo che prospera grazie alla buona salute e all’ottimismo.

Neutri: latte di soia, burro, formaggio di capra, formaggio di fattoria, formaggio di pecora, formaggio di soia, mozzarella.OLI E GRASSIQuesto gruppo reagisce bene agli oli. Possono essere un’importante fonte di nutrimento e un aiuto per i movimenti intestinali, a patto di limitarne l’assunzione agli oli monoinsaturi come l’olio di oliva e di lino, che hanno effetti positivi sul cuore e sulle arterie e possono contribuire a ridurre il colesterolo nel sangue.Molto benefici: semi di lino, olio di oliva.

Neutri: amaranto, riso cotto, orzo, crema di riso, farro, Kamut, Kasha (porridge di grano), miglio cotto, crusca di riso, grano saraceno.GRANI E PASTASiccome la maggior parte della pasta è fatta con semola di grano, fate attenzione a scegliere quella fatta con farina di saraceno, di tupinambo o di riso, che sono meglio tollerate ma non indispensabili nella vostra dieta.

Related Posts