Portada » Batteria ni-cd ricaricabile
Batteria ni-cd ricaricabile

Batteria ni-cd ricaricabile

Batteria al litio…

Questo articolo ha bisogno di ulteriori citazioni per la verifica. Si prega di aiutare a migliorare questo articolo aggiungendo citazioni a fonti affidabili. Il materiale privo di fonti può essere contestato e rimosso.Trova le fonti:  “Nickel-cadmio batteria” – notizie – giornali – libri – scholar – JSTOR (Febbraio 2011) (Impara come e quando rimuovere questo messaggio template)
La batteria al nichel-cadmio (batteria Ni-Cd o batteria NiCad) è un tipo di batteria ricaricabile che utilizza come elettrodi l’idrossido di nichel e il cadmio metallico. L’abbreviazione Ni-Cd deriva dai simboli chimici del nichel (Ni) e del cadmio (Cd): l’abbreviazione NiCad è un marchio registrato della SAFT Corporation, anche se questo marchio è comunemente usato per descrivere tutte le batterie Ni-Cd.
Le batterie al nichel-cadmio a celle umide sono state inventate nel 1899. Una batteria Ni-Cd ha una tensione terminale durante la scarica di circa 1,2 volt che diminuisce poco fino quasi alla fine della scarica. La forza elettromotrice massima offerta da una cella Ni-Cd è di 1,3 V. Le batterie Ni-Cd sono prodotte in una vasta gamma di dimensioni e capacità, dai tipi portatili sigillati intercambiabili con le celle a secco al carbonio-zinco, alle grandi celle ventilate utilizzate per la potenza di riserva e la forza motrice. Rispetto ad altri tipi di celle ricaricabili offrono una buona durata del ciclo e prestazioni a basse temperature con una discreta capacità, ma il loro vantaggio significativo è la capacità di fornire praticamente la loro piena capacità nominale a tassi di scarica elevati (scaricando in un’ora o meno). Tuttavia, i materiali sono più costosi di quelli delle batterie al piombo e le celle hanno alti tassi di autoscarica.

Batteria zinco-carbone

Questo articolo ha bisogno di ulteriori citazioni per la verifica. Aiuta a migliorare questo articolo aggiungendo citazioni a fonti affidabili. Il materiale privo di fonti può essere contestato e rimosso.Find sources:  “Nickel-cadmio batteria” – notizie – giornali – libri – scholar – JSTOR (Febbraio 2011) (Impara come e quando rimuovere questo messaggio template)
La batteria al nichel-cadmio (batteria Ni-Cd o batteria NiCad) è un tipo di batteria ricaricabile che utilizza come elettrodi l’idrossido di nichel e il cadmio metallico. L’abbreviazione Ni-Cd deriva dai simboli chimici del nichel (Ni) e del cadmio (Cd): l’abbreviazione NiCad è un marchio registrato della SAFT Corporation, anche se questo marchio è comunemente usato per descrivere tutte le batterie Ni-Cd.
Le batterie al nichel-cadmio a celle umide sono state inventate nel 1899. Una batteria Ni-Cd ha una tensione terminale durante la scarica di circa 1,2 volt che diminuisce poco fino quasi alla fine della scarica. La forza elettromotrice massima offerta da una cella Ni-Cd è di 1,3 V. Le batterie Ni-Cd sono prodotte in una vasta gamma di dimensioni e capacità, dai tipi portatili sigillati intercambiabili con le celle a secco al carbonio-zinco, alle grandi celle ventilate utilizzate per la potenza di riserva e la forza motrice. Rispetto ad altri tipi di celle ricaricabili offrono una buona durata del ciclo e prestazioni a basse temperature con una discreta capacità, ma il loro vantaggio significativo è la capacità di fornire praticamente la loro piena capacità nominale a tassi di scarica elevati (scaricando in un’ora o meno). Tuttavia, i materiali sono più costosi di quelli delle batterie al piombo e le celle hanno alti tassi di autoscarica.

Batteria al nichel-ca…

Questo articolo ha bisogno di ulteriori citazioni per la verifica. Si prega di aiutare a migliorare questo articolo aggiungendo citazioni a fonti affidabili. Il materiale privo di fonti può essere contestato e rimosso.Trova le fonti:  “Nickel-cadmio batteria” – notizie – giornali – libri – scholar – JSTOR (Febbraio 2011) (Impara come e quando rimuovere questo messaggio template)
La batteria al nichel-cadmio (batteria Ni-Cd o batteria NiCad) è un tipo di batteria ricaricabile che utilizza come elettrodi l’idrossido di nichel e il cadmio metallico. L’abbreviazione Ni-Cd deriva dai simboli chimici del nichel (Ni) e del cadmio (Cd): l’abbreviazione NiCad è un marchio registrato della SAFT Corporation, anche se questo marchio è comunemente usato per descrivere tutte le batterie Ni-Cd.
Le batterie al nichel-cadmio a celle umide sono state inventate nel 1899. Una batteria Ni-Cd ha una tensione terminale durante la scarica di circa 1,2 volt che diminuisce poco fino quasi alla fine della scarica. La forza elettromotrice massima offerta da una cella Ni-Cd è di 1,3 V. Le batterie Ni-Cd sono prodotte in una vasta gamma di dimensioni e capacità, dai tipi portatili sigillati intercambiabili con le celle a secco al carbonio-zinco, alle grandi celle ventilate utilizzate per la potenza di riserva e la forza motrice. Rispetto ad altri tipi di celle ricaricabili offrono una buona durata del ciclo e prestazioni a basse temperature con una discreta capacità, ma il loro vantaggio significativo è la capacità di fornire praticamente la loro piena capacità nominale a tassi di scarica elevati (scaricando in un’ora o meno). Tuttavia, i materiali sono più costosi di quelli delle batterie al piombo e le celle hanno alti tassi di autoscarica.

Vanson 8 canali nimh/nic…

Questo articolo ha bisogno di ulteriori citazioni per la verifica. Si prega di aiutare a migliorare questo articolo aggiungendo citazioni a fonti affidabili. Il materiale privo di fonti può essere contestato e rimosso.Trova le fonti:  “Nickel-cadmio batteria” – notizie – giornali – libri – scholar – JSTOR (febbraio 2011) (Impara come e quando rimuovere questo messaggio template)
La batteria al nichel-cadmio (batteria Ni-Cd o batteria NiCad) è un tipo di batteria ricaricabile che utilizza come elettrodi l’idrossido di nichel e il cadmio metallico. L’abbreviazione Ni-Cd deriva dai simboli chimici del nichel (Ni) e del cadmio (Cd): l’abbreviazione NiCad è un marchio registrato della SAFT Corporation, anche se questo marchio è comunemente usato per descrivere tutte le batterie Ni-Cd.
Le batterie al nichel-cadmio a celle umide sono state inventate nel 1899. Una batteria Ni-Cd ha una tensione terminale durante la scarica di circa 1,2 volt che diminuisce poco fino quasi alla fine della scarica. La forza elettromotrice massima offerta da una cella Ni-Cd è di 1,3 V. Le batterie Ni-Cd sono prodotte in una vasta gamma di dimensioni e capacità, dai tipi portatili sigillati intercambiabili con le celle a secco al carbonio-zinco, alle grandi celle ventilate utilizzate per la potenza di riserva e la forza motrice. Rispetto ad altri tipi di celle ricaricabili offrono una buona durata del ciclo e prestazioni a basse temperature con una discreta capacità, ma il loro vantaggio significativo è la capacità di fornire praticamente la loro piena capacità nominale a tassi di scarica elevati (scaricando in un’ora o meno). Tuttavia, i materiali sono più costosi di quelli delle batterie al piombo e le celle hanno alti tassi di autoscarica.

Related Posts