Come piegare il legno per fare un bastone

Come piegare il legno per fare un bastone

Come piegare i bastoncini dei ghiaccioli senza romperli

Che si tratti di un progetto di lavorazione del legno, di rifiniture per una ristrutturazione, di costruzione di strumenti o di imbarcazioni, imparare a piegare il legno può portare un progetto da apparentemente impossibile a fattibile. Basta sapere come fare.

Indipendentemente da quale metodo si scelga, ci sono alcuni fatti da capire sulla piegatura del legno. Innanzitutto, le fibre del legno sono dure e rigide, quindi il legno non vuole piegarsi. Per questo motivo, è molto facile rompere il legno quando si cerca di piegarlo, quindi è necessario adeguare le proprie aspettative e non scoraggiarsi.

Inoltre, per piegare il legno con il vapore o l’acqua calda, come descritto di seguito, si hanno solo circa 30 secondi prima che la tavola si raffreddi o si asciughi abbastanza da non essere più malleabile. Per questo motivo, è bene avere a disposizione una forma su cui fissare rapidamente la tavola malleabile. È possibile realizzare una forma con legname da costruzione standard, un seghetto alternativo e un modello. Se il modello non si adatta a un solo pezzo di legno, si può realizzare la forma con diversi pezzi avvitati a un pezzo di compensato.

Infine, sappiate che più un pezzo di legno è spesso, più sarà difficile da piegare. Se avete difficoltà a piegare un pezzo di legno, prendete in considerazione l’idea di fresarlo più sottile con una sega a nastro o una sega da tavolo. Questo non è sempre possibile, come nel caso del rivestimento del battiscopa, ma il primo suggerimento qui di seguito vi spiegherà come comportarvi in questi casi.

Come si piega il legno per fare un bastone?

Iniziare dalla parte superiore della dima e posizionare l’estremità dell’asta contro di essa. Fissare il primo morsetto. Con il legno fissato, piegatelo costantemente intorno alla dima, posizionando un morsetto ogni 3 pollici per una curva profonda, ogni 4 pollici per una curva più ampia. Quanto più stretta è la curva, tanto maggiore sarà la tensione necessaria al legno per mantenerla.

Si può piegare il legno riscaldandolo?

Accendere la pistola termica a livello medio-alto e tenerla a circa 4 pollici dal legno. Setp 3: Mantenere il legno in costante movimento, poiché può scalfire il legno. Testate periodicamente il legno per verificarne la tenuta. Dopo qualche minuto, il legno diventerà malleabile e sarà possibile modificarne gradualmente la forma come si desidera.

Cosa ha fatto piegare il bastone

Non sono d’accordo con chi dice che il legno dovrebbe essere parzialmente stagionato per la cottura a vapore.  La cosa migliore sarebbe “tagliare ieri, cuocere a vapore oggi”. In ogni caso, non appena la cenere viene tagliata inizia a seccare. L’umidità è linfa. La porto a casa e la metto in un recipiente d’acqua. Poi preparo il mio vaporizzatore.

Due vaporizzazioni all’anno forniscono tutte le curve di cui ho bisogno. Il mio vaporizzatore consiste in un tubo di ghisa pesante di 6″ di diametro interno. A un’estremità c’è un tappo di olmo con un foro da 1 ⁄2″, in cui è inserito un tubo di rame. Per sostenere questa estremità del tubo c’è un telaio di legno, mentre l’altra estremità è sostenuta da un paio di forchette a forma di forbice. Il tubo di rame conduce a un serbatoio di acciaio inossidabile da 2 galloni. (Il serbatoio proviene dall’interno di un distributore automatico di liquidi ed è un recipiente a pressione). Per riscaldarmi uso una fidata stufa primus. L’estremità aperta del tubo ha anche un tappo con una maniglia. Ho anche un piccolo foro da 1 ⁄4″ praticato attraverso questa estremità con un tappo di legno rimovibile. Ne spiegherò il motivo più avanti. L’intero tubo è rivestito di lacci, cuciti con vecchi stracci e materiale isolante.

Come piegare i bastoncini dei ghiaccioli senza bollire

La piegatura del legno trasforma il legno solido e dritto in curve aggraziate. Spesso è un’attività complementare a un altro progetto, come la costruzione di mobili, cesti, strumenti musicali, giocattoli o oggetti di artigianato. Ma è anche divertente da realizzare da soli.

La piegatura del legno è un processo in due fasi: prima si ammorbidisce il legno, poi lo si modella. Il vapore è un buon agente per ammorbidire il legno. Il legno può essere ammorbidito anche creando tagli multipli sul retro del legno. Questo metodo si chiama “taglio a coltello”.

Una fonte di vapore, come ad esempio un pulitore a vapore, è collegata con un tubo flessibile al contenitore del vapore. La cassetta del vapore deve essere dotata di uno sfiato nella parte superiore per consentire al vapore di fuoriuscire, scaricando così la pressione. Inoltre, deve essere dotata di un foro di drenaggio (o di un foro di scarico) sul fondo per far defluire la condensa.

Il taglio dei cordoli non richiede ammollo o vaporizzazione, quindi non ci sono tempi di attesa. Con una sega elettrica si praticano incisioni multiple sul retro del legno. In questo modo il legno diventa abbastanza flessibile da potersi piegare. Anche i legni spessi e le lamiere di grandi dimensioni possono essere piegati con il taglio kerf.

Il trattamento del legno con un gas creato da una soluzione di acqua al 75% e ammoniaca al 25% può ammorbidire le fibre del legno a sufficienza per piegarle. Questo metodo è particolarmente indicato quando è necessario piegare il legno in modo netto o creare dei riccioli.

Come piegare i rami

Piegare il legno è un’abilità utile e talvolta necessaria.    In questo post presenterò alcune informazioni che sono fondamentali per il successo della piegatura del legno di qualsiasi tipo, paleo o meno.    La necessità più comune di piegare il legno in paleotecnica è quella di raddrizzare le aste di legno selvatico, come le aste delle frecce, le punte delle mani e i dardi degli atlanti.    Tuttavia, ci sono molti altri usi per un bastone dritto.    Anche i bastoni curvi sono molto utilizzati, ad esempio per la realizzazione di cerchi e cestini.    La curvatura del legno può essere inserita senza problemi tra le abilità di chiunque sia in grado di interiorizzare le seguenti idee.

Il legno vivo richiede un certo grado di flessibilità per adattarsi all’ambiente, quindi il legno verde o bagnato è naturalmente flessibile.    Inoltre, se il legno viene riscaldato per facilitare la piegatura, il calore si diffonde più rapidamente nel legno umido che in quello secco.    Alcuni articoli possono essere piegati quando sono verdi, o dopo l’ammollo, senza alcun riscaldamento.

Blocchi di strozzatura di robinia fumanti in una pentola di galli bantam. Il legno caldo, e soprattutto quello caldo e umido, si piega più facilmente di quello freddo. Il riscaldamento completo del legno rende la piegatura MOLTO più facile, mentre l’umidità conferisce una maggiore flessibilità alla struttura della fibra.