Portada » Dimensioni a 2
Dimensioni a 2

Dimensioni a 2

Oggetti bidimensionali nella vita reale

Lo spazio bidimensionale (noto anche come spazio 2D, spazio 2, o spazio bidimensionale) è un ambiente geometrico in cui due valori (chiamati parametri) sono necessari per determinare la posizione di un elemento (cioè un punto). L’insieme
I libri da I a IV e VI degli Elementi di Euclide trattavano la geometria bidimensionale, sviluppando nozioni come la somiglianza delle forme, il teorema di Pitagora (Proposizione 47), l’uguaglianza di angoli e aree, il parallelismo, la somma degli angoli in un triangolo e i tre casi in cui i triangoli sono “uguali” (hanno la stessa area), tra molti altri argomenti.
Più tardi, il piano fu descritto in un cosiddetto sistema di coordinate cartesiane, un sistema di coordinate che specifica ogni punto in modo univoco in un piano tramite una coppia di coordinate numeriche, che sono le distanze firmate dal punto a due linee dirette perpendicolari fisse, misurate nella stessa unità di lunghezza. Ogni linea di riferimento è chiamata asse delle coordinate o semplicemente asse del sistema, e il punto in cui si incontrano è la sua origine, di solito nella coppia ordinata (0, 0). Le coordinate possono anche essere definite come le posizioni delle proiezioni perpendicolari del punto sui due assi, espresse come distanze segnate dall’origine.

Triangolo

Lo spazio bidimensionale (noto anche come spazio 2D, spazio 2, o spazio bidimensionale) è un ambiente geometrico in cui due valori (chiamati parametri) sono necessari per determinare la posizione di un elemento (cioè un punto). L’insieme
I libri da I a IV e VI degli Elementi di Euclide trattavano la geometria bidimensionale, sviluppando nozioni come la somiglianza delle forme, il teorema di Pitagora (Proposizione 47), l’uguaglianza di angoli e aree, il parallelismo, la somma degli angoli in un triangolo e i tre casi in cui i triangoli sono “uguali” (hanno la stessa area), tra molti altri argomenti.
Più tardi, il piano è stato descritto in un cosiddetto sistema di coordinate cartesiane, un sistema di coordinate che specifica ogni punto in modo univoco in un piano da una coppia di coordinate numeriche, che sono le distanze firmate dal punto a due linee dirette perpendicolari fisse, misurate nella stessa unità di lunghezza. Ogni linea di riferimento è chiamata asse delle coordinate o semplicemente asse del sistema, e il punto in cui si incontrano è la sua origine, di solito nella coppia ordinata (0, 0). Le coordinate possono anche essere definite come le posizioni delle proiezioni perpendicolari del punto sui due assi, espresse come distanze segnate dall’origine.

Cuboide

Anche se puoi chiamarli come vuoi, io lo guardo in questo modo per evitare qualche confusione che potrebbe sorgere con l’indicizzazione, se usi “x” per entrambe le liste interne ed esterne, e vuoi una matrice non quadrata.
Se vuoi davvero una matrice, potresti essere meglio se usi numpy. Le operazioni con le matrici in numpy usano più spesso un tipo di array con due dimensioni. Ci sono molti modi per creare un nuovo array; uno dei più utili è la funzione zeros, che prende un parametro shape e restituisce un array della forma data, con i valori inizializzati a zero:
Molto tempo fa, quando non ero a mio agio con Python, ho visto le risposte a riga singola per scrivere matrici 2D e mi sono detto che non avrei più usato matrici 2D in Python. (Quelle singole linee erano piuttosto spaventose e non mi hanno dato alcuna informazione su ciò che Python stava facendo. Notate anche che non sono a conoscenza di queste stenografie).

Esempi a 2 dimensioni

Lo spazio bidimensionale (noto anche come spazio 2D, spazio 2, o spazio bidimensionale) è un ambiente geometrico in cui due valori (chiamati parametri) sono necessari per determinare la posizione di un elemento (cioè un punto). L’insieme
I libri da I a IV e VI degli Elementi di Euclide trattavano la geometria bidimensionale, sviluppando nozioni come la somiglianza delle forme, il teorema di Pitagora (Proposizione 47), l’uguaglianza di angoli e aree, il parallelismo, la somma degli angoli in un triangolo e i tre casi in cui i triangoli sono “uguali” (hanno la stessa area), tra molti altri argomenti.
Più tardi, il piano è stato descritto in un cosiddetto sistema di coordinate cartesiane, un sistema di coordinate che specifica ogni punto in modo univoco in un piano da una coppia di coordinate numeriche, che sono le distanze firmate dal punto a due linee dirette perpendicolari fisse, misurate nella stessa unità di lunghezza. Ogni linea di riferimento è chiamata asse delle coordinate o semplicemente asse del sistema, e il punto in cui si incontrano è la sua origine, di solito nella coppia ordinata (0, 0). Le coordinate possono anche essere definite come le posizioni delle proiezioni perpendicolari del punto sui due assi, espresse come distanze segnate dall’origine.

Related Posts