Portada » Dove comprare filtri per mascherine
Dove comprare filtri per mascherine

Dove comprare filtri per mascherine

Filtri di ricambio per maschere facciali

Nello stesso modo in cui la vestibilità è fondamentale quando si sceglie una maschera, quando possibile, si dovrebbe cercare dei filtri specificamente progettati per la maschera. Come spiega Christopher Zangmeister, un ricercatore del National Institute of Standards and Technology che ha testato 32 materiali per maschere in uno studio, l’aria – e le goccioline respiratorie che contiene – cercheranno il percorso di minor resistenza e scapperanno attraverso le parti della maschera non coperte da un filtro. Egli paragona l’indossare un filtro non progettato per la maschera a mettere il pollice su un tubo: L’acqua uscirà attraverso le aree non coperte dal tuo dito.
Questi filtri sono progettati per filtrare particelle fino a 2,5 micron di dimensione. Questo è più grande della dimensione di una particella di coronavirus fluttuante, ma se si considera che il virus è solitamente contenuto in particelle più grandi di saliva, sale e proteine, è all’interno di quella gamma. Il dottor Krystal Pollitt, assistente professore di epidemiologia alla Yale School of Public Health, spiega che poiché le maschere sono generalmente più efficaci quando hanno più strati, un filtro PM aggiungerà protezione. A differenza delle maschere, i filtri non sono riutilizzabili e dovrebbero essere sostituiti ogni 12 ore circa (il che potrebbe essere qualche giorno di usura se si usa la maschera solo per commissioni veloci).

Filtri per maschere

Ormai la maggior parte di noi ha trovato il proprio sistema di copertura del viso responsabile e non medico che funziona: una maschera fai da te, una maschera sportiva disegnata da un marchio di athleisure che promette di non far scoppiare la pelle. Ma quando si cerca di comprare una maschera ci sono molti prodotti che pubblicizzano i benefici dei filtri o delle tasche per i filtri. Quindi… che succede? Quindi abbiamo bisogno anche di quelli?
Mordkin dice che con una maschera di buona qualità che ha più strati (o quando si è in doppia mascheratura), i filtri non sono del tutto necessari – la priorità dovrebbe essere sempre su una vestibilità ferma e la creazione di una buona tenuta per evitare di far uscire le gocce: “Le maschere di stoffa sono quelle che sono tipicamente disponibili per il grande pubblico, mentre le maschere chirurgiche e le maschere N95 sono più spesso utilizzate dagli operatori sanitari e da altri lavoratori in prima linea”.
La ricerca ha dimostrato che il materiale della maschera è importante, compreso questo studio sul materiale della maschera del Wake Forest Baptist Medical Center:  “Il design più performante è stato costruito con due strati di “cotone da quilter” di alta qualità e peso elevato, con un numero di fili di 180 o più, e quelli con una trama particolarmente fitta e un filo più spesso come i batik. Anche una maschera a doppio strato con un semplice strato esterno di cotone e uno strato interno di flanella ha dato buoni risultati”.

Maschera per il viso con filtro da caffè

Ormai la maggior parte di noi ha trovato il proprio sistema di copertura del viso responsabile e non medico che funziona: una maschera fai da te, una maschera sportiva disegnata da un marchio di athleisure che promette di non far scoppiare la pelle. Ma quando si cerca di comprare una maschera ci sono molti prodotti che pubblicizzano i benefici dei filtri o delle tasche per i filtri. Quindi… che succede? Quindi abbiamo bisogno anche di quelli?
Mordkin dice che con una maschera di buona qualità che ha più strati (o quando si è in doppia mascheratura), i filtri non sono del tutto necessari – la priorità dovrebbe essere sempre su una vestibilità ferma e la creazione di una buona tenuta per evitare di far uscire le gocce: “Le maschere di stoffa sono quelle che sono tipicamente disponibili per il grande pubblico, mentre le maschere chirurgiche e le maschere N95 sono più spesso utilizzate dagli operatori sanitari e da altri lavoratori in prima linea”.
La ricerca ha dimostrato che il materiale della maschera è importante, compreso questo studio sul materiale della maschera del Wake Forest Baptist Medical Center:  “Il design più performante è stato costruito con due strati di “cotone da quilter” di alta qualità e peso elevato, con un numero di fili di 180 o più, e quelli con una trama particolarmente fitta e un filo più spesso come i batik. Anche una maschera a doppio strato con un semplice strato esterno di cotone e uno strato interno di flanella ha dato buoni risultati”.

Inserti per filtri per maschere

I filtri sono necessari per tutti i tipi di maschere facciali, comprese le maschere per adulti, le maschere per bambini e le maschere sportive. Clear collective Face Mask Filters può inserirsi nella vostra maschera in tessuto per prevenire l’infiltrazione di fumi e goccioline.
I filtri sono monouso e non possono essere puliti o lavati. Dovrebbero essere sostituiti dopo una settimana di utilizzo. È necessario sostituire i filtri della maschera riutilizzabile perché più si usa il filtro, meno efficace diventa. I filtri si indeboliscono con l’uso frequente, quindi è necessario sostituire per assicurarsi di rimanere in cima al vostro gioco di sicurezza. Non dovresti mai esaurire i filtri perché rendono la tua maschera più efficace.
Indossare qualsiasi tipo di maschera sul viso non lo rende efficace. Le maschere per il viso sono efficaci solo quando servono da barriera per le particelle che escono o entrano. Per rendere una maschera efficace e per dare a te stesso e a chi ti circonda una protezione extra, hai bisogno di un filtro. Clear Collective ha una collezione di filtri monouso per maschere facciali che possono rendere la tua maschera più efficace.

Related Posts