Pinza amperometrica corrente continua come funziona

Pinza amperometrica corrente continua come funziona

Pinza amperometrica corrente continua come funziona

Otc 3908 pinza amperometrica/m…

La pinza amperometrica è ideale per misurare la tensione AC o DC. Lo strumento è insostituibile per i lavori di ispezione e manutenzione in varie applicazioni industriali, nella ricerca e sviluppo, nelle applicazioni residenziali e in molte piccole imprese o famiglie. La linea di misuratori a pinza PCE è realizzata secondo i più alti standard industriali e molto importanti: PCE offre strumenti che sono utilizzabili in tutti gli spazi di lavoro (dotati di ganasce molto piccole o anche molto grandi), i risultati sono affidabili e le pinze sono facili da usare. Ogni misuratore a pinza è calibrato dal produttore e può essere certificato ISO o NIST – tenete in mano un misuratore a pinza PCE e potrete sentire immediatamente la qualità.

PCE offre una varietà di modelli: Rilevatore di tensione, rilevatore di perdite di tensione, rilevatore di potenza di tensione, rilevatore metrico e rilevatore di corrente. Inoltre molti misuratori a pinza sono in grado di misurare altri parametri, come la capacità, la resistenza e la potenza – potenza tramite pinze direttamente o tramite strumenti digitali portatili con pinze esterne (con una gamma di uno o tre stadi). Molto spesso la pinza amperometrica è un vero e proprio multimetro – quindi diventa uno strumento di misurazione elettrica generale.

Fluke 376 vero rms ac/dc cl…

Questa introduzione alle pinze amperometriche esamina: “Che cos’è una pinza amperometrica?” e soprattutto “Che cosa si può fare con una pinza amperometrica? Comprendere le diverse caratteristiche vi permetterà di scegliere la pinza amperometrica migliore per le vostre esigenze (questo è anche illustrato da un video alla fine di questo articolo).

Man mano che il mondo avanza, lo fa anche la tecnologia e con essa le apparecchiature e i circuiti elettrici stanno diventando più complessi, creando più sfide per elettricisti e tecnici quando le cose vanno male. Questi progressi, quindi, significano che la capacità dei misuratori a pinza di oggi deve essere più avanzata, ma anche le competenze dei tecnici che li utilizzano, in modo che abbiano la conoscenza degli ultimi metodi di test e delle sfide di risoluzione dei problemi.

Nata originariamente nel mondo analogico come strumento di prova monouso per elettricisti, la pinza amperometrica si è spostata nel mondo digitale e ora combina molte funzioni di base che si trovano in un multimetro digitale (DMM) con una maggiore precisione e caratteristiche di misurazione speciali.

Gtc cm100 da 1 ma a 100 ampere ac…

Ho capito che per le pinze amperometriche AC, un campo magnetico variabile induce una tensione/corrente in un anello di filo e quindi è possibile misurare le correnti AC per induzione. Ma come funziona una pinza amperometrica DC? In sostanza, una corrente continua significa un campo magnetico statico e, per la legge di Faraday, non viene indotta alcuna tensione/corrente.

Un normale trasformatore non può trattare le correnti DC. Quindi il principio di funzionamento delle sonde a corrente continua è piuttosto diverso da quello delle sonde a corrente alternata. Anche qui il conduttore che trasporta la corrente è l’avvolgimento primario ed è inserito attraverso l’apertura del nucleo. C’è anche un avvolgimento secondario, ma ora funziona come una bobina di compensazione. Il nucleo è dotato di un traferro che contiene un sensore, ad esempio un sensore di Hall, che misura il flusso magnetico nel nucleo.

La corrente nel filo primario magnetizza il nucleo. Questo campo magnetico viene misurato con il sensore e come risultato di questo, il circuito di controllo fa passare una corrente attraverso l’avvolgimento di compensazione in modo che il flusso magnetico nel nucleo sia mantenuto a zero. Di conseguenza, il nucleo non sarà mai magnetizzato. Il vantaggio è che le proprietà non lineari e l’isteresi sia del nucleo che del sensore magnetico hanno poca influenza sui risultati della misurazione.

Amp-330 pinza amprobe met…

Ho capito che per le pinze amperometriche AC, un campo magnetico variabile induce una tensione/corrente in un anello di filo e quindi è possibile misurare le correnti AC per induzione. Ma come funziona una pinza amperometrica DC? In sostanza, una corrente continua significa un campo magnetico statico e, per la legge di Faraday, non viene indotta alcuna tensione/corrente.

Un normale trasformatore non può trattare le correnti DC. Quindi il principio di funzionamento delle sonde a corrente continua è piuttosto diverso da quello delle sonde a corrente alternata. Anche qui il conduttore che trasporta la corrente è l’avvolgimento primario ed è inserito attraverso l’apertura del nucleo. C’è anche un avvolgimento secondario, ma ora funziona come una bobina di compensazione. Il nucleo è dotato di un traferro che contiene un sensore, ad esempio un sensore di Hall, che misura il flusso magnetico nel nucleo.

La corrente nel filo primario magnetizza il nucleo. Questo campo magnetico viene misurato con il sensore e come risultato di questo, il circuito di controllo fa passare una corrente attraverso l’avvolgimento di compensazione in modo che il flusso magnetico nel nucleo sia mantenuto a zero. Di conseguenza, il nucleo non sarà mai magnetizzato. Il vantaggio è che le proprietà non lineari e l’isteresi sia del nucleo che del sensore magnetico hanno poca influenza sui risultati della misurazione.