Portada » Rilevatore di frequenza
Rilevatore di frequenza

Rilevatore di frequenza

sensore rilevatore di frequenza

Questo articolo include una lista di riferimenti generali, ma rimane in gran parte non verificato perché manca di sufficienti citazioni in linea corrispondenti. Si prega di aiutare a migliorare questo articolo introducendo citazioni più precise. (Giugno 2018) (Impara come e quando rimuovere questo messaggio template)
Quattro rivelatori di fase. Il flusso del segnale è da sinistra a destra. In alto a sinistra c’è una cella di Gilbert, che funziona bene per le onde sinusoidali e le onde quadre, ma meno bene per gli impulsi. Nel caso delle onde quadre agisce come una porta XOR, che può anche essere fatta da porte NAND. Al centro a sinistra ci sono due rilevatori di fase: aggiungendo il feedback e rimuovendo un gate NAND si ottiene un rilevatore di frequenza temporale. La linea di ritardo evita una banda morta. Sulla destra c’è una pompa di carica con un filtro alla sua uscita.
Il rilevatore di fase è un elemento essenziale del phase-locked loop (PLL). Rilevare la differenza di fase è importante in altre applicazioni, come il controllo dei motori, i sistemi radar e di telecomunicazione, i servomeccanismi e i demodulatori.
I rivelatori di fase per i circuiti phase-locked loop possono essere classificati in due tipi.[1] Un rivelatore di tipo I è progettato per essere pilotato da segnali analogici o da segnali digitali ad onda quadra e produce un impulso di uscita alla frequenza della differenza. Il rilevatore di tipo I produce sempre una forma d’onda in uscita, che deve essere filtrata per controllare l’oscillatore controllato in tensione (VCO) ad anello bloccato in fase. Un rilevatore di tipo II è sensibile solo alla tempistica relativa dei bordi degli impulsi di ingresso e di riferimento e produce un’uscita costante proporzionale alla differenza di fase quando entrambi i segnali sono alla stessa frequenza. Questa uscita tenderà a non produrre ondulazioni nella tensione di controllo del VCO.

rilevatore di frequenza vocale

Per identificare il tipo di impurità e la sua posizione nel flusso di materiale, S+S utilizza bobine rivelatrici ad alta frequenza e telecamere line-scan, tecnologia laser, scanner a raggi X o analisi spettrale a infrarossi ravvicinati. sesotec.com
all’energia generata quando il bersaglio di acquisizione viene scansionato attraverso il suo centro, e detto segnale di ingresso ha un’energia in banda e un’energia fuori banda, comprendente le fasi di: (a) determinare il livello di detta energia in-band all’interno di detto segnale di ingresso; (b) determinare il livello di detta energia fuori-band all’interno di detto segnale di ingresso; (c) confrontare detto livello di energia in-band con detto livello di energia fuori-band; e (d) rilevare detto segnale di frequenza target in accordo con il passo di confronto (c).
In-Band-Energie hat, die der Energie entspricht, die erzeugt wird, wenn das Aufnahmeziel durch seine Mitte abgetastet wird, und wobei das Eingangssignal In-Band-Energie und Außer-Band-Energie hat, mit den Schritten: (a) Bestimmen des Pegels der In-Band-Energie im Eingangssignal; (b) Bestimmen des Pegels der Außer-Band-Energie im Eingangssignal; (c) Vergleichen des In-Band-Energie-Pegels mit dem Außer-Band-Energie-Pegel; und (d) Erfassen des Zielfrequenzsignals nach Maßgabe des Vergleichsschritts (c).

feedback

Questo articolo include una lista di riferimenti generali, ma rimane in gran parte non verificato perché manca di sufficienti citazioni in linea corrispondenti. Si prega di aiutare a migliorare questo articolo introducendo citazioni più precise. (Giugno 2018) (Impara come e quando rimuovere questo messaggio template)
Quattro rivelatori di fase. Il flusso del segnale è da sinistra a destra. In alto a sinistra c’è una cella di Gilbert, che funziona bene per le onde sinusoidali e le onde quadre, ma meno bene per gli impulsi. Nel caso delle onde quadre agisce come una porta XOR, che può anche essere fatta da porte NAND. Al centro a sinistra ci sono due rilevatori di fase: aggiungendo il feedback e rimuovendo un gate NAND si ottiene un rilevatore di frequenza temporale. La linea di ritardo evita una banda morta. Sulla destra c’è una pompa di carica con un filtro alla sua uscita.
Il rilevatore di fase è un elemento essenziale del phase-locked loop (PLL). Rilevare la differenza di fase è importante in altre applicazioni, come il controllo dei motori, i sistemi radar e di telecomunicazione, i servomeccanismi e i demodulatori.
I rivelatori di fase per i circuiti phase-locked loop possono essere classificati in due tipi.[1] Un rivelatore di tipo I è progettato per essere pilotato da segnali analogici o da segnali digitali ad onda quadra e produce un impulso di uscita alla frequenza della differenza. Il rilevatore di tipo I produce sempre una forma d’onda in uscita, che deve essere filtrata per controllare l’oscillatore controllato in tensione (VCO) ad anello bloccato in fase. Un rilevatore di tipo II è sensibile solo alla tempistica relativa dei bordi degli impulsi di ingresso e di riferimento e produce un’uscita costante proporzionale alla differenza di fase quando entrambi i segnali sono alla stessa frequenza. Questa uscita tenderà a non produrre ondulazioni nella tensione di controllo del VCO.

rilevatore di frequenza digitale

Questo articolo include una lista di riferimenti generali, ma rimane in gran parte non verificato perché manca di sufficienti citazioni in linea corrispondenti. Si prega di aiutare a migliorare questo articolo introducendo citazioni più precise. (Giugno 2018) (Impara come e quando rimuovere questo messaggio template)
Quattro rivelatori di fase. Il flusso del segnale è da sinistra a destra. In alto a sinistra c’è una cella di Gilbert, che funziona bene per le onde sinusoidali e le onde quadre, ma meno bene per gli impulsi. Nel caso delle onde quadre agisce come una porta XOR, che può anche essere fatta da porte NAND. Al centro a sinistra ci sono due rilevatori di fase: aggiungendo il feedback e rimuovendo un gate NAND si ottiene un rilevatore di frequenza temporale. La linea di ritardo evita una banda morta. Sulla destra c’è una pompa di carica con un filtro alla sua uscita.
Il rilevatore di fase è un elemento essenziale del phase-locked loop (PLL). Rilevare la differenza di fase è importante in altre applicazioni, come il controllo dei motori, i sistemi radar e di telecomunicazione, i servomeccanismi e i demodulatori.
I rivelatori di fase per i circuiti phase-locked loop possono essere classificati in due tipi.[1] Un rivelatore di tipo I è progettato per essere pilotato da segnali analogici o da segnali digitali ad onda quadra e produce un impulso di uscita alla frequenza della differenza. Il rilevatore di tipo I produce sempre una forma d’onda in uscita, che deve essere filtrata per controllare l’oscillatore controllato in tensione (VCO) ad anello bloccato in fase. Un rilevatore di tipo II è sensibile solo alla tempistica relativa dei bordi degli impulsi di ingresso e di riferimento e produce un’uscita costante proporzionale alla differenza di fase quando entrambi i segnali sono alla stessa frequenza. Questa uscita tenderà a non produrre ondulazioni nella tensione di controllo del VCO.

Related Posts