Portada » Shield per arduino
Shield per arduino

Shield per arduino

Arduino starter kit

Molti shield Arduino sono impilabili. Puoi collegare molti shield insieme per creare un “Big Mac” di moduli Arduino. Si potrebbe, per esempio, combinare un Arduino Uno con una Voice Box Shield e una WiFly Shield per creare uno Stephen Hawking WiFi Talking (TM).
Le Shields sono spesso fornite con uno sketch di esempio o una libreria. Quindi, non solo si collegano semplicemente al tuo Arduino, ma tutto quello che devi fare per farli funzionare è caricare del codice di esempio su Arduino.
[1] Nota: In generale, queste sono chiamate “daughter board”. La terminologia e il layout dipendono dalla piattaforma dell’ambiente e dal fattore di forma. Gli shields per Arduino usano tipicamente il footprint di Arduino Uno R3. Tuttavia, gli shield possono avere un layout diverso a seconda dell’architettura. I PCB impilabili per il Raspberry Pi sono chiamati HATs o pHATs mentre il BeagleBone si riferisce a loro come Capes. In questo tutorial ci concentreremo sugli shield Arduino.
Ogni shield Arduino deve avere lo stesso fattore di forma dell’Arduino standard. I pin di alimentazione e di terra su un header a otto (precedentemente sei) pin, e i pin analogici su un header a sei pin accanto a quello. I pin digitali coprono l’altro bordo dall’altro lato, un header a otto pin separato da uno a 10 pin da quella strana spaziatura di 0,5″. Alcuni shields richiedono anche una connessione all’header ICSP di Arduino (l’header di programmazione 2×3 all’estremità).

Arduino prototipo di scudo

In questo articolo, vedremo una lista di utili Arduino Shields, un hardware speciale che si trova sopra Arduino e dà caratteristiche aggiuntive ad Arduino. Ho raccolto una lista di Arduino Shields unici e utili che sono per lo più compatibili con Arduino UNO.
Gli Arduino Shields sono schede aggiuntive che possono essere inserite sopra una scheda Arduino e forniscono capacità e funzionalità aggiuntive ad una scheda Arduino. Hanno la stessa posizione dei pin di una scheda Arduino e di solito sono progettati per implementare una funzione specifica.
Con l’aiuto di Arduino Shields, Sensor Boards e altre schede di espansione, è possibile ridurre notevolmente la complessità del cablaggio del circuito e allo stesso tempo ridurre il tempo di costruzione e il processo di costruzione.
NOTA: Le immagini mostrate qui sono solo per riferimento. Il prodotto reale può variare. Inoltre, ci sono diversi produttori di un singolo scudo. Quindi, le caratteristiche possono variare tra gli schermi di diversi produttori.
Come suggerisce il nome, un IO Expansion Shield permette di collegare diversi dispositivi IO analogici e digitali ad Arduino senza breadboard e saldature. Ci sono intestazioni per collegare sensori a 3 e 4 pin. È possibile selezionare la tensione di alimentazione per i sensori tra 3,3V e 5V.

Elenco degli scudi arduino

Molti shields Arduino sono impilabili. Puoi collegare molti shield insieme per creare un “Big Mac” di moduli Arduino. Potresti, per esempio, combinare un Arduino Uno con una Voice Box Shield e una WiFly Shield per creare un WiFi Talking Stephen Hawking(TM).
Le Shields sono spesso fornite con uno sketch di esempio o una libreria. Quindi, non solo si collegano semplicemente al tuo Arduino, ma tutto quello che devi fare per farli funzionare è caricare del codice di esempio su Arduino.
[1] Nota: In generale, queste sono chiamate “daughter board”. La terminologia e il layout dipendono dalla piattaforma dell’ambiente e dal fattore di forma. Gli shields per Arduino usano tipicamente il footprint di Arduino Uno R3. Tuttavia, gli shield possono avere un layout diverso a seconda dell’architettura. I PCB impilabili per il Raspberry Pi sono chiamati HATs o pHATs mentre il BeagleBone si riferisce a loro come Capes. In questo tutorial ci concentreremo sugli shield Arduino.
Ogni shield Arduino deve avere lo stesso fattore di forma dell’Arduino standard. I pin di alimentazione e di terra su un header a otto (precedentemente sei) pin, e i pin analogici su un header a sei pin accanto a quello. I pin digitali coprono l’altro bordo dall’altro lato, un header a otto pin separato da uno a 10 pin da quella strana spaziatura di 0,5″. Alcuni shields richiedono anche una connessione all’header ICSP di Arduino (l’header di programmazione 2×3 all’estremità).

Feedback

Anche se è conveniente collegare i componenti sulla breadboard, è necessario utilizzare alcune conoscenze elettroniche per costruire vari circuiti. Utilizzando la scheda di espansione si può semplificare il processo di costruzione del circuito in una certa misura, e costruire il proprio progetto più rapidamente.
Con l’aiuto degli shield Arduino e delle schede di espansione per senatori, hai solo bisogno di collegare vari sensori e moduli allo shield attraverso il cavo di connessione. Per esempio, se si utilizza la scheda di espansione di rete, si può facilmente lasciare che Arduino ottenere la funzione di comunicazione di rete.Arduino Shield è uno dei più comunemente usato Arduino hardware periferico. Diamo un’occhiata a quale shield dovremmo iniziare prima
Arduino Uno è la scheda Arduino più popolare finora, tuttavia, a volte è frustrante quando il vostro progetto richiede un sacco di sensori o LED e i vostri fili di collegamento sono in un casino. Lo scopo di creare la Grove – Base Shield è quello di aiutarvi a sbarazzarvi della breadboard e dei fili di collegamento. Con i ricchi connettori Grove sulla base, potete aggiungere tutti i moduli Grove ad Arduino Uno in modo molto conveniente!

Related Posts