Portada » Tensione alimentazione led
Tensione alimentazione led

Tensione alimentazione led

Circuito di alimentazione della luce led

Gli alimentatori per illuminazione a LED di Sunpower sono disponibili in gamme da 6W a 320W e sono disponibili in molte forme diverse per installazioni di illuminazione a LED sia interne che esterne. La nostra gamma di alimentatori per illuminazione a LED a corrente costante offre correnti da 350mA a 1400mA; mentre la gamma di alimentatori per illuminazione a LED a tensione costante parte da 5V fino a 52V.
Entrambi i tipi di alimentatori per l’illuminazione a LED offrono un’alta efficienza, PFC, sono disponibili con ingresso di Classe II o Classe I; valutazioni IP contro polvere e umidità da IP20 a IP67 e protezione per cortocircuito, sovratensione, sovraccarico e condizioni di temperatura. Con opzioni aggiuntive come uscite regolabili e funzioni di dimmerazione PWM, 1-10V, resistiva o triac.
Non riesci a vedere l’alimentatore per illuminazione a LED che stai cercando? Usa la ricerca per codice prodotto nella parte superiore del sito per cercare una parte specifica o usa la nostra ricerca avanzata del prodotto per inserire specifiche richieste.

Alimentatore led 5v

In elettronica, un circuito LED o driver LED è un circuito elettrico utilizzato per alimentare un diodo ad emissione luminosa (LED). Il circuito deve fornire una corrente sufficiente per illuminare il LED alla luminosità richiesta, ma deve limitare la corrente per evitare di danneggiare il LED. La caduta di tensione attraverso un LED è approssimativamente costante in un’ampia gamma di correnti operative; quindi, un piccolo aumento della tensione applicata aumenta notevolmente la corrente. Per i LED indicatori a bassa potenza si usano circuiti molto semplici. Quando si pilotano LED ad alta potenza per l’illuminazione, sono necessari circuiti più complessi, con sorgenti di corrente, per ottenere una corretta regolazione della corrente.
Il circuito più semplice per pilotare un LED è attraverso una resistenza in serie. È comunemente usato per indicatori e display digitali in molti elettrodomestici. Tuttavia, questo circuito non è efficiente dal punto di vista energetico, perché l’energia viene dissipata nel resistore come calore.
Un LED ha una caduta di tensione specificata alla corrente operativa prevista. La legge di Ohm e le leggi del circuito di Kirchhoff sono usate per calcolare il valore appropriato del resistore, sottraendo la caduta di tensione del LED dalla tensione di alimentazione e dividendo per la corrente operativa desiderata. Con una tensione di alimentazione sufficientemente alta, più LED in serie possono essere alimentati con una sola resistenza.

Calcolatrice di alimentazione a led

Le sorgenti luminose a LED richiedono dispositivi operativi per l’alimentazione di energia o per la trasformazione dell’elettricità in luce. I driver LED o i dispositivi operativi forniscono l’alimentazione appropriata. Bisogna considerare l’influenza della modalità di funzionamento sul bilancio energetico dell’intero sistema. A causa delle basse perdite di efficienza, i sistemi LED con alimentazione a corrente costante sono particolarmente raccomandati. Sono comuni anche i LED a tensione costante, che di solito funzionano con 12 V o 24 V. Tuttavia, c’è anche la tendenza a utilizzare sistemi con tensione di esercizio di 48 V. Le tensioni inferiori a 50 V sono chiamate bassissima tensione di sicurezza. Il vantaggio di questi design è che non è necessario un elettricista per il collegamento.

Trasformatore di alimentazione a led

Diversi diodi collegati in serie – che hanno quindi la stessa corrente che li attraversa – emetteranno ciascuno lo stesso flusso luminoso. Se i diodi sono collegati in parallelo, ogni LED riceve la stessa tensione ma una corrente diversa scorre attraverso di loro a causa dell’effetto di dispersione sulla caratteristica corrente-tensione (curva I-V). Di conseguenza, ogni diodo emette un flusso luminoso diverso.
Affinché ogni diodo (LED) funzioni, sono necessari circa 3 Volt ai suoi terminali. Per esempio, una serie di 5 diodi richiede circa 15 Volt ai suoi terminali. Per fornire una corrente regolata a una tensione adeguata, LEC utilizza un modulo elettronico chiamato driver.
I LED devono essere installati in serie per garantire lo stesso livello di corrente in ognuno di essi da un’unica fonte. Di conseguenza, più LED ci sono, più alta è la tensione nei terminali dei LED. Se si tratta di un driver esterno, allora il Safety Extra-Low Voltage è rapidamente superato.  L’integrazione di un driver all’interno delle luci permette a un’intera installazione di essere alimentata da Safety Extra-Low Voltage (SELV), indipendentemente da quante sorgenti luminose ci siano.

Related Posts