Portada » Come capire se un prodotto su Amazon e usato?
Come capire se un prodotto su Amazon e usato?

Come capire se un prodotto su Amazon e usato?

Mercato Amazon

Con i risultati già filtrati, si può iniziare a navigare. Controllate tutti i prodotti che attirano la vostra attenzione e scegliete quale o quali acquistare, aggiungendoli al carrello. Per decidere correttamente, vi consigliamo di:

Dopo aver aggiunto i prodotti al carrello, è necessario fare clic sul carrello per procedere all’acquisto. Oltre alle eventuali spese di spedizione, se il prodotto supera il valore di 200 dollari vi verranno addebitate le tasse. Il prezzo di queste tasse è del 22%, comprese le spese di spedizione. Ma non scoraggiatevi, al massimo entro 60 giorni vi rimborseranno le tasse sulla carta di credito.

Poi dovrete selezionare un indirizzo di spedizione. Se i dati dell’indirizzo sono già stati caricati, è sufficiente sceglierli; in caso contrario, è necessario inserirne uno nuovo. Infine, controllate che i dati siano corretti e cliccate su “Spedisci a questo indirizzo”.

La maggior parte dei prodotti che trovate su Amazon ha la spedizione gratuita. Ma se il prodotto che state cercando non ha questo vantaggio, non preoccupatevi: Amazon collabora con le aziende di trasporto per offrire i costi di spedizione più bassi del mercato.

Come sapere se un articolo è nuovo su Amazon

Prodotto che è stato ispezionato e certificato da un produttore qualificato o da uno specialista del ricondizionamento di terze parti per essere in condizioni pari al nuovo, senza imperfezioni superficiali visibili a 12 pollici di distanza.

I prodotti possono essere confezionati in una scatola generica e includere i relativi accessori come previsto per un nuovo prodotto. Le eventuali eccezioni devono essere indicate nella pagina dei dettagli del prodotto. I prodotti ricondizionati certificati sono talvolta indicati anche come prodotti di seconda mano o a scatola aperta.

Utilizzare solo se indicato nelle linee guida sulle condizioni per categoria. Il prodotto presenta segni di usura dovuti all’uso continuo, ma è in buone condizioni e funziona perfettamente. Il prodotto può presentare segni, identificazioni o altri segni d’uso.

Nuovo di zecca, non usato, non letto e in perfette condizioni. La copertina e l’eventuale involucro protettivo originale sono intatti. Tutto il materiale supplementare è incluso e tutti i codici di accesso al materiale elettronico, se applicabili, sono validi e in buone condizioni di utilizzo. Non possono essere pubblicati come nuovi i libri che presentano segni di qualsiasi tipo sulla copertina o sulle pagine e i libri contrassegnati come “affare” o “liquidazione” o con qualsiasi altra etichetta.

I prodotti amazon sono nuovi o usati

“Amazon ha incentrato la sua intera strategia sul cliente, ponendolo al vertice della piramide. Ha sempre ragione, è al di sopra del negozio, del produttore o del distributore che vende i suoi prodotti sulla piattaforma”, spiegano le fonti citate.

“La manica larga è sempre per il cliente, la manica stretta per il venditore, al punto che se il cliente restituisce un prodotto, in molte occasioni i venditori se lo mangiano, che il reso sia giusto o meno. È vero che a volte Amazon si fa carico del costo del reso, ma in molti casi non lo fa”.

Anche opzioni come la consegna in giornata, che rivenditori come El Corte Inglés hanno copiato come parte della loro strategia online, sono molto apprezzate dagli acquirenti online, ma Amazon è uno dei pochi che permette di restituire un prodotto nonostante sia stato aperto e utilizzato, anche in alcuni casi specifici dopo mesi. E questo è un elemento molto differenziante, perché ha a che fare con ciò che più interessa e occupa il consumatore: la tasca.

Amazon usato come nuovo

“Non hai visto il post con la dichiarazione, che includeva parole chiave come “cuore spezzato”, “problema e “nato morto”, e 200 emoticon con le lacrime dei miei amici? Non è qualcosa che puoi tracciare?”.

Tuttavia, per quanto sia doloroso ricordare una morte dovuta a un algoritmo che non funziona bene, molto più tragico è che un algoritmo può causare morti proprio perché funziona troppo bene. Ecco cosa ha scoperto il New York Times sull’algoritmo di Amazon.

Già nel 2019, sulla pagina Amazon del prodotto sono stati scritti commenti in cui si lamentava che un membro della famiglia lo aveva usato per suicidarsi e si chiedeva al portale di smettere di promuoverlo. “Ho già avvisato Amazon: mi hanno detto che mi avrebbero aiutato a risolvere il problema, ma non l’hanno fatto.

Da allora, i casi sono aumentati: solo a New York sono stati rilevati 10 casi, oltre a diversi giovani (uno dei quali minorenne) provenienti da Ohio, Pennsylvania, Missouri e Texas. La madre di uno di loro ha già fatto causa ad Amazon per negligenza.

Related Posts