Come avviare il Raspberry Pi 4 da SSD o chiavetta USB?

Come avviare il Raspberry Pi 4 da SSD o chiavetta USB?

Raspberry pi 4 avvio da usb

Per impostazione predefinita, il vostro Raspberry Pi si avvia dalla scheda SD che contiene il sistema operativo. Qui vi mostreremo come potete abbandonare la scheda microSD e avviare il vostro Raspberry Pi 4 da USB direttamente da un SSD esterno.

Un moderno SSD, d’altra parte, impiega un sofisticato processore a bordo per eseguire routine automatiche di livellamento dell’usura. Questo previene l’usura irregolare dei moduli NAND flash. Gli SSD hanno anche una serie più grande di questi moduli flash per distribuire le scritture in modo più uniforme. Questo li rende meglio in grado di sopportare l’usura delle frequenti scritture sul disco rispetto alle memorie microSD.

Inoltre, non tutti gli adattatori da USB 3.0 a SATAm.2 funzionano bene con il Pi 4 in questo momento. La Raspberry Pi Foundation sta lavorando per far sì che l’avvio USB funzioni in modo affidabile con tutte le custodie SSD da USB a SATA, ma non si sa quando questa funzione sarà integrata in una futura versione ufficiale del sistema operativo Raspberry Pi. Ma anche se la combinazione SSD/USB enclosure non funziona, l’avvio tramite un’unità flash USB 3.0 veloce e compatta, come la Samsung Fit, è ancora meglio della più lenta scheda microSD.

Raspberry pi 4 da usb

Per impostazione predefinita, Raspberry Pi si avvia e memorizza tutti i suoi programmi su una scheda di memoria microSD, che ha una larghezza di banda massima teorica di 50 MBps su Raspberry Pi 4 e solo 25 MBps sui modelli precedenti. Nella vita reale, anche le migliori schede microSD per Raspberry Pi non superano i 38 MBps in scrittura sequenziale. Utilizzare un SSD esterno come unità di archiviazione primaria potrebbe accelerare le cose in modo significativo e, con alcuni comandi e un semplice aggiornamento del firmware, è possibile.

Se vuoi iniziare con una nuova installazione del sistema operativo Raspberry Pi, segui semplicemente le istruzioni del nostro tutorial su come configurare Raspberry Pi o come fare un’installazione senza testa di Raspberry Pi.

7. Inserisci la scheda micro SD nel tuo Raspberry Pi 4/400 e accendi. La luce verde di attività lampeggerà costantemente una volta che l’aggiornamento è completo. Se hai un monitor HDMI collegato, lo schermo diventerà verde quando l’aggiornamento sarà completato. Attendere 10 secondi o più per il completamento dell’aggiornamento, non rimuovere la scheda micro SD fino al completamento dell’aggiornamento.

Avvio di raspberry da disco rigido

Per impostazione predefinita, Raspberry Pi si avvia e memorizza tutti i suoi programmi su una scheda di memoria microSD, che teoricamente ha una larghezza di banda massima di 50 Mbps sul Raspberry Pi 4 e solo 25 MBps sui modelli precedenti.

In realtà, anche la migliore microSD non riesce a superare i 38 MBps in scrittura sequenziale. Pertanto, l’utilizzo di un SSD esterno come memoria primaria potrebbe accelerare significativamente queste velocità e lo si può fare con pochi comandi e un semplice aggiornamento del firmware.

Notate che se usate un disco esterno che richiede molta potenza del bus, potreste avere qualche problema con la mancanza di potenza. Questo può probabilmente essere risolto utilizzando un dispositivo che ha la sua propria alimentazione o utilizzando un hub USB.

Clicca qui per leggere il nostro post se vuoi saperne di più sul Raspberry Pi 4 o, se sei già sicuro, puoi acquistare il Raspberry Pi 4 nelle sue versioni da 2GB, 4GB o 8GB o in uno dei nostri starter kit dove avrai tutto il necessario per ottenere il tuo pc desktop.

Avviare raspberry pi 4

time tar -S -cf – . |tar -C /mnt/usb -xf -Ci vorrà un po’ di tempo (perché deve copiare un sacco di dati), ma quando ha finito dovrebbe essere qualcosa di simile a questo. Ora abbiamo la scheda copiata nell’USB. Ora abbiamo bisogno di dare i comandi per farlo avviare correttamente, e per questo abbiamo bisogno di modificare due file (uno è in /etc/fstab sul drive usb e l’altro è in /boot/cmdline.txt sulla scheda di memoria). Cominciamo con la prima. Digitare i seguenti comandi.cd /mnt/usb/etc

sudo nano fstabVedremo nel file qualcosa di simile a questo.Se guardate, le due linee che iniziano con “PARTUUID” sono le linee che indicano le partizioni usate dal raspberry (la partizione “/boot” e la partizione “/”). Quello che dobbiamo fare è sostituire l’ID della partizione “/” (in questo caso sarebbe PARTUUID=2bfb83f5-02) con il percorso della partizione sul drive usb (/dev/sda1), quindi il file sarebbe simile a questo (Nota: non mi piace cancellare le linee, quindi ho copiato la linea che voglio modificare e l’ho commentata mettendo un “#” all’inizio. In questo modo ho una registrazione di quello che c’era prima di fare le modifiche). Una volta che il file è stato modificato, salvate le modifiche premendo control+o e uscite dall’editor con control+x.Ora dobbiamo modificare l’altro file. Andiamo nella partizione /boot della scheda SD e modifichiamo il file cmdline.txt digitando quanto segue.cd /boot