Portada » How do I open a WD My Passport external hard drive?
How do I open a WD My Passport external hard drive?

How do I open a WD My Passport external hard drive?

Come riparare un disco rigido esterno wd my passport

L’apertura di un disco rigido esterno comporta lo smontaggio dell’involucro esterno e il prelievo del disco rigido nudo all’interno. Da qui, è possibile utilizzare l’unità nel server domestico, nel NAS o nel PC. Questa procedura mostra come rimuovere il disco rigido mantenendo intatto l’alloggiamento.

L’uso di dischi rigidi esterni è un buon modo per ottenere molto spazio di archiviazione a un prezzo migliore. Molte unità disco esterne utilizzano unità disco di livello server che costano quasi il doppio se acquistate separatamente senza l’alloggiamento esterno.

Questa guida illustra lo smontaggio di un disco rigido esterno Western Digital WD Elements 12TB, modello WDBWLG0120HBK-NESN, ma la procedura può essere applicata a qualsiasi unità esterna WD Elements da 3,5″.

Non è possibile. Il problema è che un’unità disco da 3,5″ (come quella utilizzata nell’unità Elements) ha bisogno di 12 V oltre che di 5 V, e necessita di una potenza superiore a quella che una presa USB è in grado di fornire. Le unità disco da 2,5″ funzionano con un’alimentazione di soli 5 V e, avendo dischi più piccoli al loro interno, consumano meno energia per l’avvio, quindi possono essere utilizzate completamente tramite USB.

Riparare gli elementi del disco rigido esterno wd

“Salve, ho un disco rigido WD My Passport e avevo molte foto su di esso. Oggi l’ho collegato al computer, ma non ho trovato nulla all’interno. Le foto sono fondamentali per me. Voglio recuperare i dati dal disco rigido WD My Passport, cosa posso fare? Cordiali saluti”.

Su un disco rigido WD My Passport è possibile archiviare facilmente una varietà di file, come documenti e foto. Tuttavia, potrebbero andare persi a causa della loro errata cancellazione, della formattazione del disco rigido o anche di errori di sistema e sarebbe difficile recuperare i dati dal disco rigido WD My Passport. Fortunatamente, è ancora possibile recuperare i dati del WD My Passport con un programma di recupero del disco rigido qualificato e sicuro.

Continuate a leggere e scoprite il modo migliore per recuperare un disco rigido WD. Sono elencati alcuni problemi di WD My Passport e anche semplici soluzioni per aiutarvi a proteggere il vostro disco rigido esterno Western Digital.

Oggi i dischi rigidi WD My Passport stanno diventando sempre più popolari grazie alle loro caratteristiche di portabilità. Tuttavia, non si può negare che si possano riscontrare alcuni problemi con WD My Passport quando lo si utilizza frequentemente per l’archiviazione e il backup dei dati. I problemi possono in parte includere:

Disco esterno del mio passaporto

Da aprile abbiamo un My Passport Ultra 2 Tb. Fino a ieri aveva sempre funzionato perfettamente. L’ho collegato a un vecchio Pentium IV con Windows Live (Pilitos) per recuperare alcuni file da un disco rigido. Non l’ha riconosciuto.

Il problema è che ora né il PC desktop né il portatile lo riconoscono. La spia si accende, il disco rigido si avvia, ma l’unità non appare e non riesco nemmeno ad assegnarle una lettera tramite Gestione disco.

Ho lo stesso problema, la soluzione non è nessuna di quelle suggerite perché le ho già provate; allego uno screenshot che mostra l’impossibilità di windows di inizializzare il disco, succede in modo simile dal mac.

Ho lo stesso problema, o simile. Qualcuno è riuscito a risolvere il problema? E come hai fatto, quali passi hai seguito, come hai recuperato i dati… etc… Gradirei una risposta e una guida sui passi da seguire. Grazie

Buona sera. Il mio caso è simile. Il mio Passport 2T funzionava perfettamente. Non è danneggiato e da un momento all’altro non ha più funzionato. Il mio computer lo rileva ma quando voglio aprirlo non ci riesco. Ho scaricato i driver sul mio PC. Ho scaricato i driver sul mio PC e non esce più l’errore, il problema è che non posso aprire o memorizzare nulla.

Wd elements non lo riconosce

Una delle possibilità offerte da iPadOS è la possibilità di visualizzare e spostare file da unità di archiviazione esterne, come dischi rigidi o chiavette USB, consentendo agli utenti di eseguire il backup di informazioni importanti o di lavorare con esse su altri dispositivi, come un “computer tradizionale”.

Per l’iPad Pro (2021) e altri modelli con connettori USB-C, le opzioni di connettività sono più ampie e possono essere utilizzati adattatori e hub più completi. Due opzioni interessanti sono quella di Satechi (52,99 euro) con HDMI, jack audio da 3,5 mm, USB-A e USB-C per la ricarica, e quella di Baseus (65,99 euro), che integra anche un lettore di schede SD/Micro SD.

Per quanto riguarda il formato del disco rigido, l’iPad è in grado di leggere unità di archiviazione esterne formattate in HFS+, ExFAT, FAT32 (con un limite di 4 GB per file) e APFS. I dischi rigidi NTFS, che è il sistema utilizzato da Microsoft in Windows, non sono supportati, quindi se vengono forniti in questo formato devono essere prima formattati.

Related Posts